Lo staff

#winecreators

Il nuovo corso de La Tognazza inizia intorno alla fine del decennio scorso, con la volontà di Gian Marco Tognazzi di creare un team che potesse traghettare quello che era il sogno di Ugo e la filosofia che lo ha sempre contraddistinto in una nuova era e, quindi, iniziare la costruzione di un brand che potesse essere al passo coi tempi sia nella produzione vitivinicola sia nell’applicazione delle proprie dinamiche di marketing e organizzazione aziendale.

La scelta di Gian Marco punta, veramente, a tracciare un percorso forse poco praticato fino a quel momento. L’incontro con Alessandro Capria, imprenditore e consulente aziendale da sempre, è propedeutico e ispiratore a segnare la linea della novità. La “nuova” Tognazza nasce infatti in quel momento e ha come riferimento un pubblico giovane e goliardico, che mette la convivialità al centro del bere bene.

A questo punto il tassello mancante è la costruzione di un reparto tecnico per porre le basi per dei prodotti di assoluta qualità, capaci di conquistare una sempre maggiore fetta di pubblico.
La collaborazione con la Enoproject di Franco e Matteo Bernabei concretizza la visione originale di Gian Marco. Oggi i vini de La Tognazza sono riferimento assoluto di un nuovo modo di interpretare il vino, sia da un punto di vista tecnico sia da un punto di vista di design e comunicazione del prodotto.

Da Tapioco, Come se Fosse e Antani, passando per il Conte Mascetti, la Voglia Matta e il Casa Vecchia, ogni vino de La Tognazza è un esempio di stile e rappresenta al meglio un’azienda dinamica, innovativa e capace di andare con successo in controtendenza.